Esquire Theme by Matthew Buchanan
Social icons by Tim van Damme

21

May

Dal 16 Maggio al 6 Giugno presso Palazzo Ziino a Palermo, la mostra collettiva dal titolo “DOMINA23” a cura di Laura Francesca Di Trapani e organizzata dall’Associazione Onlus StupendaMente. Immagini di donne contemporanee in arte per narrare e riflettere sull’idea del femminile. Nessun divario tra i generi, partendo da una differenza biologica, semmai la tessitura di un racconto da un punto di vista opposto, riconoscendo uno specifico modo d’essere e di pensiero, superando un’omologazione naturalmente inesistente.
In questa sede si vuole togliere il velo sull’intento di ricercare quel certo tipo di ingannevole identità, per affermare quella perfetta, quanto necessaria distinzione esistente tra i generi. Non partiamo dall’assioma che esista uno specifico femminile, ma desideriamo (r)accogliere visioni, suggestioni, narrazioni di analisi emozionali e narrative nella sua molteplice diversità.
Un contributo nel panorama dell’arte al femminile che diventa un’evoluzione, non potendo certamente tralasciare la considerazione da oggetto che la donna nella rappresentazione artistica ha superato -lottando fermamente- per trasformarsi in soggetto di produzione artistica. Non si tratta di una rappresentazione di genere superficiale, o politico, o sociologico, piuttosto antropologico. Un’analisi-racconto di sentimenti, di ferite, di gioie, di epifanie, di rinascite, di consapevolezze del proprio corpo, di sofferenze, immerse in un’estetica contemporanea. Per restituire quella dignità al femminile spesso calpestata, per combattere con la cultura quell’atteggiamento qualunquista e frenetico di un mondo che appare sempre più accartocciato su se stesso. Non cadendo in sterili nozionismi, ma alimentando la coscienza per accrescere il pensiero, attraverso la visione di collage dell’anima della donna d’oggi.
Ventidue artiste protagoniste che con i loro differenti mezzi espressivi segnano questo percorso, rimandando così una visione completa della nostra attuale cultura visuale.
titolo: “DOMINA23” artisti: Desideria Burgio, Rita Casdia, Anne-Clemence de Grolée, Manuela Di Pisa, Martina Di Trapani, Michela Forte, Claudia Gambadoro, Valentina Glorioso, Alice Grassi, Loredana Grasso, Giovanna Marascia, Patty Owens, Rori Palazzo, Sara Palmieri, Grazia Pernice, Noemi Priolo, Sam Punzina, Linda Randazzo, Stefania Romano, Erika Venturella, Angela Viola, Marjolein Wortmann, Stefania Zocco.
Genere: Fotografia, installazione, scultura, pittura curatela: Laura Francesca Di Trapani organizzazione: Associazione Onlus StupendaMente http://www.stupendamente.com/ sede espositiva: Palazzo Ziino indirizzo: via Dante, 53 Palermo opening: 16 maggio 2014 orari di apertura: da lunedì a sabato 9.30/18.30 durata: 16 Maggio – 06 Giugno 2014

All’interno della mostra si svolgeranno i seguenti incontri:
Martedì 20 maggio, D.ssa C. Mangano (psichiatra, responsabile dell’ambulatorio Salute Donna – ASP Pa); D.ssa M. L. Benincasa (psicologa, servizio di psicologia ASP Pa).
Martedì 27 maggio, D.ssa C. Chinnici (Magistrato, capo del Dipartimento per la giustizia minorile del Ministero della Giustizia) che presenterà il suo ultimo libro “ E’ così lieve il tuo bacio sulla fronte ”. Giovedì 5 giugno, D.ssa L. Borsellino (Assessore Regionale alla Salute), D.ssa A. Ciulla ( Assessore Comunale Politiche Sociali).
I tre incontri su indicati saranno moderati dal Dr M. Alessandra e si svolgeranno sempre alle ore 17.30 .
Si ricorda, inoltre, che nel giorno di apertura della mostra, 16 maggio ore 17.30, è prevista una
tavola rotonda di presentazione della stessa mostra, che vedrà la partecipazione di: Ass. F.sco Giambrone, Ass, A. Ciulla, Dr M. Alessandra, D.ssa L.F. Di Trapani, D.ssa C. Mangano 

"Il mio progetto per Domina23 è una narrazione intima del mio modo di vedere il connubio tra arte e vita quotidiana che sfocia in uno sconfinamento di pensieri e gesti intimi in spazi naturali e surreali. Soggetto ricorrente in questa serie è la casa.

La casa dal punto di vista femminile, vissuta come rifugio, con i fantasmi che la abitano, la felicità di alcuni momenti, le difficoltà nascoste dietro quattro mura, l’impossibilità a volte di cambiare le cose e quindi di sentirsi in trappola o provare, al contrario, un senso di protezione, un po’ come vivere dentro un guscio, mentre tutto quello che c’è al di fuori appare amplificato nella sua bellezza e nella sua immensità. 

Al contempo la voglia di voler uscire per rinascere, aspettando il momento migliore per reinventarsi ancora una volta e ristabilire un rapporto poetico e in costante metamorfosi con il reale.

La volpe, nella simbologia orientale, rappresenta infatti la trasformazione, sia nel bene che nel male. Nella mia installazione, questa diventa una sorta di spirito guida che sovrasta ogni cosa, proprio a simboleggiare la forza con la quale, la donna, affronta ogni cambio di rotta della propria vita”.

Sam Punzina

11

Nov

Un’intervista a Sam Punzina a cura di Rossana Calbi su DESIGN WITH LOVE

Nu shu
Un segreto condiviso che diventa linguaggio comune nel quale riconoscersi, la costruzione di un mondo privato, aperto e chiuso nello stesso tempo; la forza delle parole che si alimentano giorno dopo giorno e si tramandano nel silenzio, segretamente.

fino al 17 Novembre presso la Galleria Europa, Camaiore - Lucca

Chiara Lera, Sofia Rondelli, Claudia Leporatti, Sarah Binotto, Marilena Manzella e Sam Punzina, a cura di Valeria Pardini

http://yabonlineblog.wordpress.com/author/yabonlineblog/

You’re welcome to see the new art exhibition by Amstel Art Gallery, an interesting art show made for Halloween! With scary and dark pop artworks by Marco Lodola, Andy Fluon, Stefano Bressani, Willow, Fabrizio Bellanca, and for the first time the three new female artists of the gallery: IrishkArt, Luana Raia and Sam Punzina!

Amstel Art Gallery – Unit 7 St.George Wharf – SW82JW London

Vernissage 31th of October 18.30
the art show will end 27th of November

Siete i benvenuti alla nuova mostra della Amstel Art Gallery, una nuova ed interessante mostra d’arte realizzata per Halloween! Con opere d’arte pop paurose ed oscure di Marco Lodola, Andy Fluon, Stefano Bressani, Willow, Fabrizio Bellanca, e per la prima volta le tre nuove artiste femminili della galleria: IrishkArt, Luana Raia, Sam Punzina!

24

Aug

Alle Anime Perse [work Sam Punzina]

28

Jun

News————-> Domani su lovli.it le mie meravigliose T-shirt e le stampe di alcuni dei miei ultimi lavori! Seguitemiii!!! ;) ricordate lovli.it!!!

27

May

Perdifiato- Sam Punzina solo show

12

Mar

PERDIFIATO - Sam Punzina————-> SoloShow

 

 

“Era un giorno come un altro a Bosco Perdifiato, un’annata, quella del duemilacredici, incredibilmente densa di cambiamenti”. Inizia così la favola ideata da Sam Punzina. Parte dalle parole, con la descrizione dell’irrequieto PIOPOI, il più piccolo dei coscialunga, della misteriosa Matrioska giunta da Russopoli, dei FunghiSoprani e FunghiPuzzosi, del Bosco Rococò e delle immancabili margherite pettegole, per poi dipanarsi tra le immagini sulla tela, in un sorprendente e ben definito dripping di smalti in varie tonalità intense che raccontano “momenti di trascurabile felicità e di disordinata follia”, il “dolce picnic”, la “polvere di sole” e altro ancora.

Il ritorno di Sam Punzina sulla scena della Galleria Federica Ghizzoni, dopo il successo della bipersonale “Nocturna Fabula” del 2011 è segnato da una fiaba «completamente incasinata» - come ammette la giovane artista siciliana- che si dipana in una cinquantina di opere, tra quadri e installazioni,  in uno stile che fonde espressioni surrealiste, pop e naif, ma che si dichiara libero da ogni rigida classificazione. Originale ed estrosa è anche la tecnica utilizzata, nel perfetto stile di Sam Punzina: una colata a strati di smalti che «prende forme alle volte inaspettate, altre volte controllate», con un impatto visivo sorprendente. Semplicemente incantevole, nel solco della fiaba narrata.

Assolute novità dell’esposizione- il cui ricavato sarà devoluto in parte alla onlus “Emergenza Sorrisi”, in favore di bambini affetti dal malformazioni al volto – sono le tre tele di dimensione tonda e le suggestive sculture in ciotole di ceramica, poliuretano espanso con colatura di smalto colorato, fildiferro cerato, cuoio e matrioske che simboleggiano la «rinascita plurima femminile».

«Tutti i miei quadri nascono da un percorso interiore molto intimo  così come la fiaba, dal sentirsi stretti da una morsa dalla quale voler scappare, per poi rendersi conto che lontano dalle proprie radici e dagli affetti non si può vivere felici» afferma Sam Punzina, il cui curriculum vanta la partecipazione a “Stay Foolish”, al Museo Casa del Conte Verde di Rivoli (To), accanto ai mostri sacri del pop surrealismo mondiale, la personale presso la Tox’n’Co gallery di Ginevra, un progetto in collaborazione con CasaOz, onlus dedicata ai bambini malati e, da ultima, la presentazione, in febbraio, al “Directors Lounge 9#- festival for contemporary media and film” di Berlino con  “Just, Like Honey”, corto animato da cui prende vita un suo quadro.

«Dal mio subdolo pensiero surreale- continua Sam - mi piace pensare che sono capace di trasferire i miei sogni, i miei desideri e i miei segreti ovunque nel mondo, in questo e negli altri, come una sorta di trasloco emotivo senza fine».

«Beh dopotutto è Sam’s World! ».

 

testo di Francesca Romana Di Biagio

 

inaugurazione giovedì 21 marzo 2013, ore 19.00

 

Galleria:    FEDERICA GHIZZONI, Via Cagnola 26, Milano

Info:          Tel. 392 5640950

                  info@federicaghizzoni.it; www.federicaghizzoni.it

Date:         21 marzo-24 aprile 2013

Orari:        lunedì-sabato 15.30-19.30

14

Nov